Richiesta di autorizzazione a procedere per l’ex senatore Nino Papania. E’ indagato per corruzione dalla Procura di Palermo

2948

papaniaNuove grane per l’ex senatore del Pd Nino Papania. Per la verità si tratta di “grane” giudiziarie annunciate.

Si sapeva da tempo di una indagine che condotta dalla Procura di Palermo lo riguardava a proposito di “pressioni” esercitate nei confronti degli amministratori dell’Ato 1 “Terra dei Fenici” e di quelli della società Aimeri Ambiente incaricata della raccolta e smaltimento dei rifiuti in buona parte dei comuni trapanesi tra cui quelli di Alcamo, Marsala, Erice.

Il gip del Tribunale di Palermo. L’accusa per l’ex parlamentare alcamese del Pd è quella di corruzione. Il giudice Sestito ha chiesto al Senato l’autorizzazione all’uso di intercettazioni

telefoniche il cui utilizzo è essenziale per la prosecuzione delle indagini. La giunta di Palazzo Madama si è già riunita ed ha deciso di concedere all’ex parlamentare un termine per la presentazione di una memoria.

Memoria che proprio in questi giorni il senatore Papania ha fatto avere al presidente della Giunta per le autorizzazioni. Non è escluso che Papania venga anche sentito.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLettera aperta al Sindaco Nicola Coppola da parte del Coordinamento Salviamo il Monte Inici
Articolo successivoCastellammare, incentivi per per il recupero del centro storico
Rino Giacalone
Rino Giacalone, direttore responsabile e cronista di periferia. Vive nel capoluogo trapanese sin dalla sua nascita. Penna instancabile al servizio del territorio e alla ricerca della verità.