Caso detective privato a Calatafimi. Cisl Fp: perchè non assoldare anche il Commissario Rex?

2254

Marco Corrao Cisl FpCALATAFIMI. Dopo l’incredulo atto del Sindaco di Calatafimi Segesta, Vito Sciortino di affidare a dei detective privati il controllo dei lavoratori comunali, giunge l’attacco ironico della Cisl Funzione Pubblica. Il sindacato invita il primo cittadino ad assoldare il commissario Rex, questo a detta dei sindacalisti gli potrebbe garantire maggiore visibilità.

Il sindaco di Calatafimi Segesta, Vito Sciortino, dopo aver assoldato i detective privati a caccia dei lavoratori, potrebbe reclutare anche il famoso commissario Rex, così certamente finirebbe sulle pagine di tutti i giornali e otterrebbe la notorietà che a lui sta molto a cuore – queste le parole del segretario provinciale della Cisl Fp Palermo Trapani, Marco Corrao”.

L’iniziativa del sindaco – continua Corrao – oltre ad essere palesemente uno spreco, dato che questo compito per legge devono svolgerlo i dirigenti, è ridicola e offensiva per tutti i lavoratori. Non è certamente questo il modo per gestire al meglio le risorse umane né per contrastare l’assenteismo, esistono misure e interventi specifici previsti dalle normative vigente, è sufficiente intanto conoscerli e poi applicarli. Se il sindaco Sciortino – conclude Corrao – ha in mente di iniziare una caccia alle streghe contro i lavoratori per strappare cinque minuti di celebrità sui media, sappia che noi non staremo a guardare e difenderemo l’integrità e la dignità dei lavoratori“.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteRiparte il servizio Pedibus ad Alcamo
Articolo successivoIstituita la giornata del regalo ad Alcamo
Marcello Contento
Marcello Contento nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.