Scibilia chiede la riapertura della Pro Loco

1329

Giuseppe ScibiliaALCAMO.  Giuseppe Scibilia, presidente del Consiglio Comunale,chiede in  una nota al Sindaco, Sebastiano Bonventre,  la riapertura della Pro Loco. Si legge come la Pro Loco , negli anni in cui è stata una presenza in Alcamo, ha rappresentato un punto di sviluppo per il territorio e di promozione di attività aperte al vasto pubblico.

E’ pur vero che sempre o quasi ci si affidava alla buona volontà e all’entusiasmo di pochi, ma è altrettanto vero che da un po di tempo ad oggi tanti si interessano alla rinascita di questa associazione per la promozione sociale , culturale e sportiva oltre che turistica naturalmente. Scibilia si esprime così, sempre a proposito della riapertura di una sede Pro Loco: “La Pro Loco potrebbe dare la possibilità a tante persone di offrire un valido contributo, di natura volontaria, alla nostra comunità; esse rivestono un particolare rilievo per lo sviluppo delle attività turistiche, in special modo per quel che concerne i prodotti tipici dell’enogastronomia e dell’artigianato locale, le tradizioni popolari, la tutela e la salvaguardia dei patrimoni storico-artistici,architettonici, culturali e ambientali.La Pro loco di Alcamo continua Scibilia non svolgerebbe un percorso diverso da quello disegnatodal Sindaco Bonventre per la città, bensì darebbe sostegno alle attività, già ben organizzate dagli assessori ai vari rami, apportando il valore aggiunto di entusiasmo, creatività e competenze di tanti cittadini“.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteI presidi di Libera del trapanese si riuniscono a Favignana per confrontarsi e programmare
Articolo successivoIl PD di Castellammare del Golfo replica a Forza Italia