Recupero crediti ad Alcamo: dal caso carroattrezzi al vigile urbano che intascava le multe

2737

Comune-AlcamoALCAMO. L’Assessore all’Economia, Antonino Manno, rende noto i crediti che il Comune di Alcamo vanta verso terzi e che intende recuperare nel minor tempo possibile. Un’accelerazione dovuta in vista – commenta Manno – del redigendo bilancio di previsione 2014, nell’ambito del quale l’assessore intende chiedere meno sacrifici possibili alla cittadinanza.

Infatti, l’approvazione del regolamento IUC, che ha ridotto le aliquote comunali della Tasi, sta obbligando  l’Amministrazione comunale alcamese a recuperare le risorse necessarie attraverso riduzione di spesa, tagli e recupero crediti.

Manno ha già chiesto con nota mail, inviata mercoledì scorso ai dirigenti comunali interessati, di produrre la documentazione necessaria per accertare “in entrata2 le somme in questione. I dirigenti avranno, così, 5 giornate lavorative per ottemperare, decorse le quali il segretario potrà procedere come ritiene più opportuno in caso di inadempienza.

I crediti in questione riguardano diversi soggetti: dal caso carroattrezzi Pegaso, vicenda che ha generato l’inchiesta giudiziaria per abuso e turbativa d’asta da parte dell’ex Sindaco Giacomo Scala e altri 4 alcamesi, al caso Mattatresa, il vigile urbano che intascava personalmente le multe dei cittadini, per finire con altri crediti nei confronti di Riggi, Adragna, Capi, Spinò e Stellino.

La ragioneria del Comune di Alcamo sarà quindi incaricata di provvedere in tempi rapidi al corretto inquadramento contabile di tali somme.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAlcamo impegnato nel derby contro Dattilo
Articolo successivoTrapani-Cittadella, scendono in campo sport e divertimento
Marcello Contento
Marcello Contento nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.