Il Presidente della Consulta dello Sport scrive all’Assessore Papa in merito alle palestre scolastiche

1042

palestra comune scuolaALCAMO. In un documento firmato dal Presidente e  dal Vice-Presidente della consulta allo Sport di Alcamo, rispettivamente Prof. Giuseppe Messana e Cristina Cianti, viene chiesto all’Amministrazione e all’Assessore Stefano Papa l’attivazione di utilizzo delle palestre scolastiche senza che avvengano ostacoli.

Avendo trovato – si legge nel documento – nella persona dell’Assossore allo sport di Alcamo Stefano Papa ,disponibilità e attenzione alle problematiche dello Sport alcamese ed essendo convinti assertori della necessità della perfusione della Cultura Sportiva quale mezzo di sviluppo personale-sociale e preventivo sanitario ci siamo adoperati a proporre progetti utili ad avvicinare il mondo dello sport al mondo della scuola ,che l’Assessore sta seguendo personalmente, e della Carta Etica dello sport alcamese a garanzia della proposta educativa-sportiva dei cittadini . Tanto premesso alcune associazioni sportive , raccogliendo l’invito della Consulta dello Sport, stanno proponendo dei progetti di attività , a partire dalle materne , a carattere promozionale con una richiesta di minimo apporto economico delle famiglie al fine di permettere all’utenza sociale vasta possibilità di partecipazione. La proposta è stata accolta positivamente dall’Assessore al fine di permettere la diffusione della “Cultura dello Sport” quale dato costante di evoluzione globale del cittadino alcamese”.

Per tale motivo – conclude la missiva – veniamo a ricordare che le palestre scolastiche , non volendo gravare ulteriormente sulle intasate palestre pubbliche comunali dedicate allo sport Federale, sono di assoluta necessità per dare esecuzione all’intento di offrire la frequenza alle attività motorie a bassissimo costo per la cittadinanza e , ove occorrente, a titolo gratuito. Confidando nella buona volontà dell’Amministrazione e Tua ,ricordando la Legge n. 517/1997(utilizzo delle palestre scolastiche in orario extracurriculare) e il D.P.R. n. 567/96 (utilizzo delle palestre scolastiche in orario extracurriculare) , chiediamo l’attivazione delle procedure d’uso di detti locali da parte dell’Amministrazione per avere la certezza che le attività possano iniziare senza che sorgano ostacoli vari che pongano le Associazioni interessate e l’Amministrazione adottante in cattiva luce presso l’utenza pubblica.A tale proposito chiediamo all’Amministrazione quali siano , se esistono , le cause di evetuali indisponibilità dei detti beni comunali ; se sono o stanno per essere attivati proposte di recupero all’utenza di detti beni comunali ; se esistono problemi di avversità alla concessione d’uso o burocratici che , in ogni caso , impediscono la fruizione d’uso alla Cittadinanza alcamese interessata. Restiamo a disposizione per qualsiasi iniziativa utile a promuovere il corretto uso dei locali suddetti per la migliore offerta alla cittadinanza“.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl Comune di Alcamo sta allestendo un secondo campo immigrati. Serve il contributo di tutti
Articolo successivoDenuncia una rapina:smascherato, aveva solo perso tutto al gioco