Alessandro Longo si sospende dal gruppo consiliare del PD: “troppa anarchia e confusione nel partito”

1911

Alessandro LongoALCAMO. Una seduta di Consiglio, quella di ieri, aperta dal Consigliere Vesco, sostituto momentaneo del Presidente Scibilia, presente in aula, ma restìo, per qualche istante, a sedere sulla poltrona di Presidente. Vesco dà immediatamente lettura di una nota, scritta dal Consigliere Longo, il cui oggetto non poteva passare inosservato. Nella missiva Longo dichiara fermamente la sua “autosospensione con effetto immediato dal gruppo consiliare del Pd e conseguentemente dalla carica rivestita come vicecapogruppo”. Una dichiarazine forte che fa seguito alle affermazioni, fatte dallo stesso gruppo di appartenenza di Alessandro Longo, riguardanti l’uscita, da parte dei cambioversini del Big Bang dalla reggenza del Pd, purtroppo ancora non pronta ad affermare un vero rinnovamento del partito.

“L’attuale situazione  di confusione e anarchia che regna nel partito e nel gruppo mi impedisce di svolgere il mandato amministrativo nell’ambito del mio gruppo. Pertanto, credendo nel progetto di rinnovamento del Pd di Renzi, continuerò a lavorare per affrontare i problemi del nostro territorio offrendo al sindaco e alla sua amministrazione la mia piena, ma consapevole e critica, disponibilità per risolverli”- queste le parole di Longo che spiegano le sue intenzioni e l’atteggiamento di totale distacco di un partito che non ha trovato ancora la propria strada nella piena autonomia e atosufficenza.

Dichiarazioni che in Consiglio sono passate sotto il totale silenzio. Dopo la lettura della nota Scibilia ha finalmente rotto le proprie riserve, prendendo il posto da Presidente, e la seduta è andata avanti nell’indifferenza totale alla questione. A volte il silenzio è molto più eloquente di tante parole!

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteUn ulivo per Fulvio Sodano
Articolo successivoAlcamo Calcio: persa la partita con il Mazara, fuori dalla Coppa