Tornano i parcheggi a pagamento a Castellammare, il servizio rimane esterno

2642

parcheggi castellammareCASTELLAMMARE DEL GOLFO. Da qualche giorno i parcheggi in corso Garibaldi, piazza Petrolo, via Marconi, spiaggia e da quest’anno anche via Roma, sono tornati a pagamento. Infatti i tecnici della ditta che si è aggiudicata la gestione (con una concessione triennale rinnovabile) ha scoperto i parchimetri.

L’amministrazione durante il periodo invernale aveva pensato di “internalizzare” il servizio per abbattere notevolmente i costi, visto che a gestirlo sarebbero stati gli stessi dipendenti comunali. Ma questo non è stato possibile.

Il Sindaco in campagna elettorale ha più volte ribadito la sua volontà di “internalizzare” alcuni servizi, sicuramente questa era una buona occasione, ma invece qualcosa è andato storto. Nessun dipendente comunale ha partecipato ai bandi interni. Così, dopo tre bandi a vuoto, l’amministrazione ha deciso di lasciare la gestione esterna.

“Non tutti i dipendenti comunali potevano fare questo tipo di lavoro (soltanto quelli della categoria B). – ci spiega il Vice Sindaco Gaspare Canzoneri – Abbiamo fatto un primo bando per tutti i dipendenti di categoria B provvisti di contratto a tempo determinato a 18 ore, ma nessuno ha partecipato. Eravamo anche disponibili ad estenderli a 36 ore, ma anche questa volta niente. Così abbiamo provato ancora, anche incontrando i dipendenti spiegando loro i benefici di tale proposta. Ma nessuno ha accettato. A mio avviso – sottolinea il Vice Sindaco – hanno perso una grande possibilità. Infine, dopo tre bandi a vuoto, abbiamo fatto una nuova gara, questa volta con il vincolo dei 100 mila euro di introito; era prevista anche la possibilità di aprire a cooperative e ditte locali. Ma si è presentata una sola ditta, quella che gestiva il servizio l’anno scorso”. Questo è quello che ci ha spiegato il Vice Sindaco Gaspare Canzoneri. È chiaro che l’amministrazione, come annunciato in campagna elettorale, ha più volte provato a portare il servizio all’interno del comune, ma invano. Sembra che qualcuno non abbia preso in considerazione la possibilità di “ampliare” la propria sfera lavorativa.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAnniversario della morte di Falcone ad Alcamo
Articolo successivoAd Alcamo la prima edizione del festival dei giovani
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.