Visite, trasporti, stabilimenti balneari: ecco ciò che offre la Trapani Welcome Card 2014

1266

trapaniTRAPANI – Verrà presentata mercoledì alle 18 nella sede di Confindustria Trapani, in occasione dell’incontro “Turismo. Prima regola: fare rete”, la Trapani Welcome Card 2014.

L’iniziativa di marketing territoriale, promossa da Trapani Welcome con l’obiettivo di mettere in sinergia le diverse risorse turistiche del territorio, è uno strumento utile, rivolto a turisti e visitatori per orientarsi fra le bellezze locali ottenendo sconti e agevolazioni.

Parecchie le novità della sesta edizione e parecchie anche le collaborazioni con comuni, strutture museali, archeologiche e paesaggistiche, aziende di trasporto, tour operator e strutture ricettive.

Un’opportunità “mettere a sistema” il grande patrimonio del territorio trapanese e non solo, creando una rete solida fra i diversi operatori del settore e rafforzando l’offerta turistica.

Tra le novità del 2014, la convenzione con il comune di Favignana per lo stabilimento Florio, i suoi spazi museali ricavati all’interno di un luogo-simbolo della cultura e dell’economia locale. E poi ancora la possibilità di visitare Trapani sul “City Tour open bus”, la visita alle storiche cantine Florio Marsala, la “via del Sale in Bus” – che collega le città di Trapani e Marsala attraverso un percorso unico fra saline, bellezze naturali e storia – e ancora la suggestiva grotta del Genovese a Levanzo, le saline Ettore Infersa, oltre alle storiche convenzioni nei trasporti (funivia, aliscafi e bus di linea). E poi ancora musei, stabilimenti balneari, cooking class, visite a luoghi unici come il castello di Venere a Erice o Torre di Ligny.

La Trapani Welcome Card si può trovare negli info point turistici della città e negli alberghi convenzionati. Per ulteriori informazioni è possibile consultare la nuovissima App disponibile gratuitamente su apple store e Google Play oppure telefonare al numero 340.2427212 o visitare il sito www.card.trapaniwelcome.it.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Attività… in Corso”: i giovani e il Centro storico di Alcamo
Articolo successivoI pontili di Castellammare uniscono associazioni e Amministrazione. Tutti pronti a protestare
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.