Perchè gli scrutatori non saranno scelti tra i disoccupati

1550

consiglio comunale venerdì 11 aprileALCAMO. Il dirigente Cascio con una nota ha spiegato il perchè al diniego di scegliere gli scrutatori tra i disoccupati come richiesto e suggerito dal Movimento 5 Stelle.

Secondo il dirigente non ci sono i termini di legge per cui si può introdurre un tale modifica al regolamento che prevede che gli scrutatori siano scelti tra gli elettori del comune di Alcamo che abbiano completato l’obbligo scolastico. Cascio si è detto dispiaciuto di non poter fare tale modifica pur condividendo il nobile fine proposto dal movimento 5 stelle.

Fatto salvo il comunicato del dirigente andrebbe aggiunto che seppure nobile la causa portata avanti dagli attivisti del Movimento disoccupato non sia sinonimo di privo di reddito. Nella indifferenziata quantità di persone che risultano “occupate” ci sono diverse persone che si trovano in una condizione di altrettanto bisogno (lavoratori con partita iva soffocati dalle tasse) ma non ricevono per questo nessun supporto dallo stato al contrario di quanti percepiscono un’indennità di disoccupazione o che magari sono tali sulla carta ma poi svolgono dei lavori in nero.

Il sorteggio/nomina degli scrutatori si terrà il prossimo 2 maggio alle 15:30 dopo che la commissione elettorale avrà stabilito il criterio per scegliere i soggetti che prenderanno parte alle operazioni di scrutinio.

 

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteBassons quartet: il quartetto di fagotti al Marconi
Articolo successivoLa questione idrica alcamese. Caldarella: “è ora di risolvere il problema”
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.