Tranchida sul caso Aimeri: “tuteleremo i diritti dei cittadini”

931

tranchidaERICE. Il sindaco Tranchida interviene sulla notizia del rinvio a giudizio di un gruppo di potere relativo all’Aimeri e quindi coinvolto nell’ex Ato Terra dei Fenici. Scopo del sindaco sarà difendere gli interessi dei cittadini ericini e non solo.

Pertanto Giacomo Tranchida spiega: ” Di certo, non cambierò e non farò sconti ad alcuno (anche all’interno del PD che voglio profondamente diverso rispetto a gran parte del passato) ma continuerò a lottare per difendere gli interessi legittimi dei miei concittadini e contestualmente di tutti gli abitanti dei Comuni ex Ato Terra dei Fenici (da Alcamo a Marsala, agro ericino compreso) dalle malefatte che un grumo di potere professionale, imprenditoriale e politico avevano in animo di perpetrare in danno dei Comuni e dei cittadini contribuenti, in relazione alle coperture, ai diversi livelli, per i disservizi sulla Raccolta Differenziata gestita dalla Aimeri Ambiente, pur di assicurarsi vantaggi personali e politico-clientelari “.

 Per tale motivo il 15 aprile scorso la Giunta ha deliberato di affidare l’incarico all’avvocato Giuseppe Rando, penalista trapanese del foro di Roma, di costituire parte civile la Città di Erice nel processo che si terrà giorno 13 maggio presso il tribunale di Palermo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedentePrima udienza preliminare nelle indagini sull’Aimeri Ambiente
Articolo successivoBotta e risposta Palmeri- Bonventre
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.