La processione dei Misteri tra devozione e folklore

1452

Trapani_MisteriPasqua è ormai alle porte e come ogni anno la città di Trapani si appresta a rivivere una tra le più antiche e più lunghe manifestazioni religiose: quella dei “Misteri”. Una tradizione secolare che ha origine nel ‘600 e che rappresenta la passione e la morte di Cristo attraverso una lunga processione che percorre le principali vie della città. I “Misteri” sono venti raffigurazioni artistiche della Passione e Morte di Cristo, si tratta con esattezza, di diciotto gruppi, più due simulacri di Gesù Morto e di Maria Addolorata. Le opere scultoree, collocate su una base in legno detta “vara”e portate a spalla dalle diverse maestranze, raffigurano scene evangeliche e sono opera degli artigiani trapanesi.

I portatori, detti “massari”, procedono a passo lento e con una particolare andatura, la cosidetta “annacata”, che conferisce alla processione uno dei suoi aspetti più caratterizzanti. I gruppi infatti si muovono facendo ondeggiare le statue seguendo la cadenza dei brani musicali suonati dalle bande.

La Processione dei Misteri si svolge a partire dalle ore 14 del Venerdì Santo. Il lungo corteo partirà dalla Chiesa del Purgatorio e si protrarrà sino alle ore 8.00 del sabato quando farà rientro nella stessa Chiesa.

I “Misteri” rappresentano una delle tante manifestazioni di fede popolare che si tengono nel corso della settimana santa nella città di Trapani e nel resto della diocesi. Una manifestazione che negli ultimi anni attrae sempre più turisti e che sicuramente vale la pena di vedere!

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIgnazio Corrao sarà il capolista del M5S
Articolo successivoPronti Partenza Via! Si parte con le elezioni Europee.