Forse non tutto è perduto per il restauro di Calatubo

1414

calatuboALCAMO . Non ci sono buone notizie  in ordine ai finanziamenti per il restauro e la rifunzionalizzazione del Castello di Calatubo. Questa possibilità sembra non essere ancora  del tutto esclusa. A comunicarcelo è il M5S di Alcamo.
Il progetto per i lavori del castello doveva rientrare nel piano dei finanziamenti europei 2007/2013, ma come comunicato dall’Assessorato questi  fondi sono stati destinati al finanziamento  ad altri progetti, tra i quali non rientra il Castello di Calatubo.
Non appare quindi possibile riallocare i predetti fondi poiché tale programmazione è stata chiusa e non vi è  più nessuna disponibilità finanziaria. Dal 2011 in poi non è stato possibile finanziare nessun altro progetto.
L’unica speranza potrebbe venire dalla nuova programmazione europea 2014/2020.
A tal proposito  il dirigente dell’assessorato regionale ai beni culturali ha dichiarato  il massimo impegno affinché il progetto di restauro del Castello venga finanziato con i nuovi fondi. Il Castello di Calatubo potrebbe rappresentare un formidabile strumento di sviluppo dell’economia del territorio alcamese, oltre a fare parte della storia di Alcamo e di tutti gli alcamesi.
E’ la volontà politica che probabilmente è mancata nella storia delle vicende del castello  e  forse se la classe politica alcamese avesse puntato fortemente sulla valorizzazione di questo inestimabile sito probabilmente il Castello di Calatubo avrebbe potuto ottenere un finanziamento per il suo restauro; si è preferito invece puntare a finanziare altre opere, ci chiediamo anche quali, la cui realizzazione è stata ritenuta più importante.

 

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLa Pallamano alcamese conquista la Sicilia Under 18
Articolo successivoPubblicato bando per l’accreditamento degli organismi di servizio