La Provincia Regionale non sarà più socio del Consorzio Universitario della Provincia di Trapani

1221

universita trapaniE’ ufficiale l’atto di recesso da socio del Consorzio Universitario della provincia di Trapani. Il Commissario straordinario, Ingroia, intervenendo alla assemblea dei soci ha detto di essere disponibile a rimanere nel Consorzio, ma specificando di non averne gli strumenti economici e finanziari. Tempi di crisi economica, si è plausibile, ma perché lo stesso non è accaduto in altre provincie e per altri consorzi universitari? In tanti se lo chiedono e tra questi l’Onorevole Fazio, che nell’atto ispettivo rileva che «il Consorzio Universitario della Provincia di Trapani, a partire dal gennaio 2014, ha perso il socio di maggioranza, rappresentante il 72% del fondo consortile, facendo venir meno un contributo annuo di 860.000 euro, pari ad un terzo del bilancio consortile».Circostanza che, è detto nell’interrogazione, pone il Consorzio nella «impossibilità di predisporre un bilancio di previsione in assenza di trasferimento di fondi da parte del socio ex Provincia Regionale, con evidente rischio del venir meno di tutte le attività accademiche, didattiche e di ricerca» e che, addirittura, potrebbe portare alla «messa in liquidazione dello stesso Consorzio Universitario»

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“La commedia degli errori” al Selinus
Articolo successivoCatelvetrano ospita il Sindaco tuinisino di Hammam-Li e i docenti della “Faculté des Sciences de Bizerte”