Scopello “muta” da mesi, il Sindaco: “Chiedo il ripristino immediato”. La Telecom: “colpa di un privato”

1058

telecom scopelloCASTELLAMMARE. Scopello è “muta” da cinque mesi. Infatti dallo scorso 6 dicembre, a causa dei continui furti di rame, la zona che va da contrada Grotticelli a Scopello è senza linea telefonica. I residenti hanno segnalato più volte il disagio al Sindaco e al Prefetto senza mai ricevere risposte. Oggi il Sindaco ha fatto sapere che ha già chiesto alla Telecom di ripristinare con urgenza il servizio telefonico che ormai sta causando davvero tanti disagi in tutta la zona.  “Ho già fatto presente il problema al Prefetto ed ho chiesto alla Telecom di trovare una soluzione– dichiara il Sindaco – perché il fatto si protrae ormai da troppo tempo, causando notevoli disagi ai residenti ed alle attività commerciali. Ho chiesto e continuo a chiedere alla Telecom che il problema venga risolto prima possibile”.

Telecom Italia sostiene che non è stato possibile ripristinare il servizio telefonico per “l’opposizione di un privato cittadino, proprietario dei terreni su cui passa il cavo, che non ne autorizza la posa. L’azienda sta procedendo secondo le norme di legge applicabili in tali circostanze e l’udienza è prevista per il prossimo 24 aprile”.

“Se ci sono delle opposizioni di privati per il passaggio dei cavi, – continua il Sindaco Nicolò Coppola – occorre che la Telecom trovi un percorso alternativo. Qualora neanche questa strada sia percorribile, la ditta deve provvedere a trovare una soluzione, quale potrebbe essere quella dell’interramento dei cavi, che consente anche di mantenere lo stato dei luoghi in un’area di grande valenza paesaggistica. Occorre intervenire urgentemente e porre fine ai tanti disagi ed ai danni, economici e di immagine, che i cittadini e le attività del luogo sono costretti ancora a subire. Continuerò a monitorare il problema perché le linee telefoniche vengano riattivate nel più breve tempo possibile.”

Intanto continuano le proteste dei residenti e soprattutto dei gestori delle attività commerciali che chiedono interventi immediati.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCondanna per un ex consigliere provinciale e comunale di Castelvetrano
Articolo successivoGiochi matematici del Mediterraneo, primi posti per l’istituto “G.Pitrè” di Castellammare
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.