Errante precisa la partecipazione dell’amministrazione alla costituzione di “LiberoFuturo Castelvetrano”

916

errante-1024x730CASTELVETRANO – Il Sindaco della città di Castelvetrano-Selinunte, Avv. Felice Errante, a seguito di un articolo comparso su un portale d’informazione, avente per argomento la costituzione della prima associazione antiracket ed antiusura “LiberoFuturo Castelvetrano”, composta da diversi imprenditori e presieduta dall’imprenditore partannese Nicola Clemenza, in cui si affermava che l’Amministrazione non sarebbe stata presente precisa:

“Da giornalisti preparati e competenti ci si attende una corretta informazione, quindi dispiace particolarmente leggere alcuni passaggi in cui si paventa un disinteresse dell’Amministrazione che mi onoro di presiedere, ad una iniziativa così importante – afferma Errante -. Il presidente Clemenza ci ha regolarmente invitati e noi saremo presenti con il vice-Sindaco Marco Campagna e con il Segretario Generale Livio Elia Maggio che mi rappresenteranno poiché io mi trovo all’estero per una missione istituzionale. Con Clemenza c’è un assidua collaborazione che ci ha portato a collaborare nel recente passato e che ci vedrà sicuramente al fianco dell’associazione per le future attività.”

Lo stesso presidente Nicola Clemenza chiarisce ulteriormente : ” Voglio precisare che il Sindaco della città di Castelvetrano è stato regolarmente invitato lo scorso 20 marzo, e seppur fuori sede ci ha assicurato che l’Amministrazione sarebbe stata presente con il vice-Sindaco. Siccome gli ospiti che interverranno sono tanti, e non volevamo dilungarci per molte ore avevamo previsto un numero limitato di interventi, lungi da noi la volontà di scatenare nessuna polemica e ci dispiace che questo sia stato non correttamente interpretato da qualche giornalista.”

Il Vice-Sindaco, Avv. Marco Campagna, aggiunge: “ Ancora una volta in nome della ricerca di qualche clic in più  si butta discredito su un Amministrazione che ha fatto della lotta all’illegalità una delle sue prime battaglie.  Infatti siamo stati tra i primi comuni in Sicilia ad adottare un regolamento che prevede l’esenzione dai tributi comunali agli imprenditori che denunciano i fenomeni di racket ed usura-afferma Campagna- e va precisato che stiamo preparando gli atti per costituirci parte civile nel procedimento scaturito dall’operazione Eden e lo faremo alla prima udienza utile, solo per un disguido infatti la costituzione non è stata presentata in sede di udienza preliminare. Tutto il resto sono semplici illazioni che smentiamo con l’azione quotidiana al servizio della legalità.”

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteColtivava marijuana in casa, denunciato giovane castelvetranese
Articolo successivoProgetto Musa ad Alcamo. Aperte le iscrizioni
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.