Incontro con i cittadini per presentare il “nuovo cimitero comunale”

965

CASTELLAMMRE DEL GOLFO. Si terrà domani 9 marzo alle ore 16:00 presso il teatro Apollo Anton Rocco Guadagno sito in Corso Bernardo Mattarella, un incontro con i cittadini per parlare del nuovo cimitero comunale. I cittadini saranno informati sui lavori in corso per la costruzione del nuovi loculi e sulla stipula dei contratti, sulla già avviata illuminazione votiva dei loculi cimiteriali e sul nuovo avviso pubblico per la concessione di fosse gentilizie.

“Invito la cittadinanza a partecipare per eventuali richieste o chiarimenti riguardanti i lavori in corso al cimitero comunale -afferma il sindaco Nicolò Coppola-. Ricordo che i lavori avviati riguardano un incremento complessivo di circa novecento loculi che soddisferanno le oltre 700 prenotazioni già pervenute. Abbiamo assegnato in concessione 15 sepolture gentilizie dichiarate decadute ed è in via di completamento la procedura per la revoca delle concessioni cimiteriali di altre 80 sepolture gentilizie che versano in stato di totale abbandono, in modo da essere riassegnate ai nuovi richiedenti ottenendo, in questo modo, altri 320 loculi. Ricordo inoltre che tutte le sezioni cimiteriali sono state dotate di scale, panchine e porta innaffiatoi”. Dopo il saluto del sindaco Nicolò Coppola, il responsabile del’ufficio Lavori Pubblici, Simone Cusumano, relazionerà sullo stato di avanzamento dei lavori per la costruzione della XVI, XVII e XVIII sezione del cimitero. Quindi Mino Pirola, della Militello costruzioni, impresa che segue i lavori, fornirà dettagli sull’illuminazione votiva.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteL’assessore all’urbanistica invita all’incontro con i tecnici del territorio
Articolo successivoOttimo inizio di Playoff per la T.H. Alcamo
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.