Castellammare Si esprime solidarietà agli immigrati e lancia una proposta

840

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. In merito alla protesta dei giorni scorsi che ha coinvolto decine di immigrati, ospitati in un centro a Castellammare del Golfo, si aggiunge al coro di solidarietà anche il gruppo consiliare di Castellammare Si.

Il nostro gruppo – si legge in una nota stampa – esprime solidarietà per la loro protesta di ieri in città, protesta che a nostro parere è stata un tentativo, uno dei pochi a disposizione, per far sentire la loro debole voce in un silenzio quasi assoluto. E’ ovvio che un solo comune non può risolvere un problema così complicato come l’immigrazione e la convivenza tra popoli con radici diverse ma con questa interpellanza si chiede all’amministrazione comunale di trovare delle forme di collaborazione gratuita degli immigrati alla vita sociale del Comune e secondo noi questo può partire da una vera condivisione degli spazi comuni del nostro territorio. A nostro parere l’amministrazione comunale deve attivarsi in tal senso ad esempio coniugando la capacità lavorativa degli immigrati con i bisogni di manutenzione del nostro verde pubblico e del patrimonio comunale creando veramente uno spazio comune che è il primo tassello per una minima integrazione per quel tempo, poco o molto che sia, che queste persone passeranno a Castellammare“.

Castellammare Si, a firma del consigliere Giacomo Asaro, attraverso un’interpellanza lancia una proposta all’amministrazione comunale proprio per creare maggiori condizioni di integrazione sociale.

Nello specifico si chiede, “se è intendimento della stessa intraprendere delle forme di collaborazione e coinvolgimento alla vita sociale e lavorativa del Comune dei soggetti ospiti nelle strutture di accoglienza site in Castellammare del Golfo e nella frazione di Balata di Baida coniugando le capacità intellettuali e manuali degli stessi con i bisogni del territorio come ad esempio la pulizia e la manutenzione del patrimonio comunale e in generale del verde pubblico, non richiedendosi per tali mansioni particolari competenze e oneri rilevanti di spesa per le casse comunali“.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Il Trapani Calcio incontra la scuola”
Articolo successivoConsiglio comunale d’urgenza, oggi ad Alcamo