Maxi sequestro di 6,6 milioni di euro

593

Maxi sequestro di beni per un totale di circa 6,6 milioni di euro, effettuato dalla Guardia di finanza in esecuzione di tre provvedimenti emessi dal Tribunale e dalla Corte di appello di Palermo e dal Tribunale di Trapani. Le misure patrimoniali sono a carico dell’imprenditore Antonino Vaccaro, 70 anni, di Chiusa Sclafani (Palermo), arrestato nell’aprile 2009 per associazione mafiosa e truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche, oltre che  Antonino Bonafede, 79 anni, di Marsala (Trapani) condannato definitivamente per associazione mafiosa e titolare del patrimonio piu’ consistente, stimato in 4,3 milioni e costituito da due aziende agricole e di allevamento e da numerosi vigneti; infine Ruggero Vernengo, 59 anni, condannato definitivamente nel 2010 a sette anni di reclusione per associazione mafiosa perche’ legato alla famiglia palermitana di Santa Maria di Gesù. Tra i beni sequestratigli figura anche un distributore di carburanti.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteNuovo arresto per furto di carburante dal proprio veicolo di lavoro
Articolo successivoGli Scout di Castelvetrano colorano la tristezza con un pasto caldo