Abc sui diritti dei migranti e gli incontri di Lampedusa

601

ALCAMO. Finite le elezioni comunali, Abc aveva mostrato già un certo interesse nei confronti della questione diritto di cittadinanza e migranti. A partire dalla riflessione sul fatto che non si tratti più di un fenomeno emergenziale, ma strutturale, il movimento offre il suo pensiero sulla questione spingendo a prendere provvedimenti a livello locale e globale su un fenomeno che riguarda l’intera nazione.

Dopo quest’ultimo autunno, durante il quale abbiamo contato i morti sulla nostre coste e i CIE hanno mostrato tutta la loro inadeguatezza nel riuscire a rispettare i diritti umani, decine di associazioni e movimenti hanno deciso di ritrovarsi dal 31 gennaio al 2 febbraio a Lampedusa, ormai triste simbolo dei confini del mondo, per scrivere una “Carta”, un documento che lancia una nuova idea di accoglienza e inclusione di uomini, donne e bambini. Tre giornate di dibattiti e confronti finalizzati alla stesura di un documento che contrapponga “a questo stato di cose un altro diritto, scritto dal basso. Un diritto alla vita che metta al primo posto le persone, la loro dignità, i loro desideri e le loro speranze”. Un patto costituente, dunque, tra i vari attori coinvolti a vario titolo nell’ambito del fenomeno migratorio, che estende la prospettiva dello “straniero” inteso come problema da risolvere e lo umanizza, ne rileva i bisogni e, sulla base di questi, fissa le coordinate di riferimento per le future politiche dell’inclusione. ABC – Alcamo Bene Comune, guarda con particolare interesse a questo processo di costruzione collettiva, comune, del diritto migratorio e augura alle associazioni, ai movimenti, agli enti no-profit, alle reti e organizzazioni che prenderanno parte ai lavori, di concludere con profitto gli incontri” – con questo comunicato il movimento esprime il proprio interesse e invita i cittadini a prendere a cuore la tematica.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAlla T.H. Alcamo il derby contro il Marsala
Articolo successivoComunicato lavoratori della Mega Service
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.