Il PD di Castellammare pungola l’amministrazione

708

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Il PD di Castellammare del Golfo, e il suo neo-segretario, Francesco Gianquinto, chiedono all’amministrazione comunale di attuare il programma proposto ai cittadini durante la campagna elettorale. Tra le questioni di maggior interesse dei democratici troviamo la riorganizzazione della macchina amministrativa del  comune, rifiuti, mobilità e ambiente.

È nostro intendimento – si legge nella nota stampa – fornire all’Amministrazione Comunale ogni fattiva collaborazione per l’attuazione del programma politico presentato durante la campagna elettorale“.

Riorganizzazione macchina amministrativa del comunale

Preliminarmente, riteniamo sia necessaria nel breve termine la riorganizzazione dell’azienda-Comune attraverso la ridistribuzione, ove possibile, degli incarichi dirigenziali, ma anche l’efficace formazione e riqualificazione del personale. Inoltre, rileviamo come sia ancora deficitaria la pubblicazione delle competenze, delle cariche e indennità dei dirigenti, in conformità a quanto previsto dalle leggi 241/1990, 69/2009 e 134/2012, riguardanti la c.d. trasparenza amministrativa“.

Rifiuti

Abbiamo analizzato i costi del servizio di raccolta dei rifiuti e siamo arrivati alla conclusione di dover incentivare la differenziazione degli stessi attraverso la realizzazione di isole ecologiche e la promozione dei vantaggi che ne deriverebbero. Infatti, la differenziata a Castellammare si attesta intorno al 36%: raggiungendo percentuali più alte, si otterrebbero delle agevolazioni.

Mobilità

Abbiamo studiato un piano di viabilità e mobilità urbana, attraverso la realizzazione di parcheggi e l’istituzione di un servizio bus-navetta di collegamento, nonché la regolamentazione di nuove ZTL ed aree pedonali nel centro storico.

Ambiente

Relativamente alla tutela dell’ambiente, riteniamo sia indispensabile creare un modello di gestione delle acque reflue ed un approfondito controllo delle onde elettromagnetiche su tutto il territorio comunale. Ma, nel più breve tempo possibile, occorre provvedere alla pulizia delle spiagge, alla regolamentazione degli ambulanti ed alla bonifica delle zone adibite a discariche abusive e con presenza di amianto.


“Per quanto di nostra competenza e nei limiti delle nostre capacità – commenta il segretario cittadino – abbiamo già proposto all’Amministrazione la maggior parte delle nostre idee, corredate delle possibili soluzioni; continueremo a farlo nel rispetto del programma stabilito e che s’intende attuare quanto prima. Ci proponiamo fin d’ora a fare da traino in seno al Consiglio Comunale e, se ritenuto opportuno, stimoleremo l’Amministrazione sulle tematiche appena esposte: riteniamo sia doveroso assumersi le proprie responsabilità e rendere conto dell’impegno alla Cittadinanza, con l’auspicio di una collaborazione costruttiva di tutte le forze politiche e non, per il raggiungimento degli obiettivi prefissati che mirano al miglioramento del nostro paese”.

Il PD di Castellammare, commenta il segretario, sta già collaborando in sinergia con l’assessore di riferimento al partito, Salvo Bologna.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSuccesso per la seconda edizione di Vento di Legalità
Articolo successivoCastellammare, la scuola “Pitrè” vince il premio “vento di legalità”