Il Vescovo Fragnelli e il ritorno alla normalità

1013

ALCAMO. Sabato scorso, il Vescovo Pietro Maria Fragnelli è stato in visita ad Alcamo. Prima della celebrazione in Basilica, ha incontrato il Sindaco Bonventre e le autorità al Palazzo di Città. Finito con i saluti di rito si è proceduto con la preparazione alla liturgia e dei sacerdoti presso la Chiesa di S. Oliva per poi spostarsi in processione fino alla Chiesa Madre.

Tanti i fedeli e le associazioni di volontariato che non hanno voluto mancare alla celebrazione della Santa Messa del nuovo Vescovo Mons. Fragnelli. Alcamo, così come tutta la Diocesi, dopo mesi di “commissariamento” per gli spiacevoli episodi accaduti in Diocesi, sente la necessità di un ritorno alla normalità, una normalità che in questo caso vuol dire ritrovare quella Chiesa che possa aver cura e attenzioni ai bisogni spirituali e materiali, delle tante persone e famiglie in difficoltà (mi viene da pensare a tutte quelle persone che ogni giorno sempre più spesso si rivolgono alle parrocchie per richiedere cibo, indumenti o qualche parola di conforto). Insomma quella chiesa che da qualche tempo Papa Francesco vuole per le strade, che sappia mettersi in gioco con gli ultimi e per gli ultimi. Il compito del nuovo Vescovo in questa Diocesi di certo non sarà facile perché c’è da ri-costruire, un nuovo rapporto di fiducia con tutti quei fedeli che si sono trovati smarriti in questi mesi di attacchi pesanti e “curtigghi” vari.

A Mons. Fragnelli, auguro un buon lavoro con la speranza che la sua opera Pastorale possa portare a dei cambiamenti così come stiamo assistendo giorno dopo giorno con Papa Francesco.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLa Croce Rossa di Alcamo vince il premio Creatività
Articolo successivoPedibus: grande successo tra le famiglie
Fulvio Catalanotto
Fulvio Catalanotto nasce in Sicilia, terra, secondo lui, al centro del mondo. Formatore ed esperto dei processi formativi con la passione per la comunicazione e l'informazione. È un ascoltatore cronico di Rosa Balistreri.