Il pd replica sulla TARES

588

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. In risposta al comunicato del pdl che abbiamo pubblicato ieri interviene il pd e taccia il popolo della libertà di fare propaganda di bassa lega sul tema tasse.

Il partito democratico afferma infatti che è falso affermare che il permanere della Tarsu non determina nell’anno in corso degli incrementi di tassazione per famiglie e imprese di Castellammaresi. Infatti, a quanto pagato nel 2012 si dovrebbero comunque aggiungere i 0,30 € a metroquadro a cui andrebbe sommata la maggiorazione del 28%. Il tutto per ricoprire il costo del servizio che è diventato notevolmente più altro (circa 4 milioni di euro).

Ammesso che non si volesse gravare la Tarsu degli o,30€ bisognerebbe comunque trovare queste risorse in altro tipo di tassazione per cui il partito democratico chiede al popolo delle libertà: “quali sarebbero le diverse risorse da farsi gravere sulla fiscalità generale, pari a circa un milione di euro?”.

Provocatoriamente è lo stesso pd a suggerire l’aumento dell’iperf comunale, già quasi ai massimi consentiti, o gravando sulle fasce più deboli.

“Ci dispiace constare che, per il partito delle libertà di Castellammare, sia indifferente continuare a gravare sulle spalle delle famiglie meno abbienti con quasi il 70% del gettito della TARSU, e ciò in virtù di un regolamento comunale tra i più iniqui d’Italia, che per fare un esempuio non prevede nessuna agevolazione per chi magari è disoccupato e vive da solo in una casa, costringendolo a pagare solo per metri quadrati, alla stegua del benestante proprietario della casa di pregio”

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteControlli a Marsala e Petrosino, arresti, denunce e segnalazioni
Articolo successivoLa questione idrica non doveva risolversi a Marzo?
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.