Tragedia a Palermo: uccide la sorella disabile e si toglie la vita

495

PALERMO – Tragedia nel quartiere sperone a Palermo. Francesco Puccio 58 anni funzionario di banca si è lanciato dal suo balcone del sento piano di via Alberico Albricci dopo aver ucciso la sorella. Questa la prima ricostruzione fatta dagli inquirenti chiamati immediatamente sul posto dai vicini che hanno visto l’uomo lanciarsi nel vuoto.

La donna, Giuseppina Puccio 62 anni disabile, è stata trovata con la testa chiusa in un sacchetto di plastica e le mani legate dietro la schiena. La donna avrebbe lasciato una lettera con la quale tenta di discolpare il fratello “Avevo voglia di morire, mio fratello non c’entra niente”.

Sono ora al vaglio della polizia tutti gli indizio che permettano di ricostruire il reale svolgimento dei fatti.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteI Calandra e Calandra premiati per la promozione della Sicilia e la sua cultura
Articolo successivoDomani l’Alcamo Calcio ospita la Folgore
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.