Trapani, posti i sigilli al pub rakija

724

Di Giulia Giacalone. Emissione acustica oltre i limiti e gli orari consentiti, schiamazzi notturni e disturbo della quiete pubblica. Questi sono i motivi che hanno portato ad apporre i sigilli al “Rakija”, pub che si trova nel centro storico di Trapani a Largo San Domenico. Il provvedimento è stato disposto dal giudice per le indagini preliminari in seguito alla violazione dell’ordinanza del Sindaco, Vito Damiano, che vieta le emissioni sonore dopo l’una di notte. Il proprietario del locale, contattato telefonicamente, ha dichiarato che la questione è al vaglio degli avvocati che stanno delineando una linea difensiva. Si tratta della prima concreta conseguenza giudiziaria dall’adozione dell’ordinanza comunale da parte del primo cittadino, cosa che peraltro aveva sollevato precise proteste da parte dei titolari di pub e locali in genere.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteOggi il derby Alcamo-Marsala solo per i residenti
Articolo successivoLibera: Il Comune di Marsala interrompa la colloborazione con Filippo Sparla