Crisi edilizia, i sindacati chiedono l’impiego dei disoccupati locali nella realizzazione dell’ospedale di Mazara

519

MAZARA DEL VALLO. Nei mesi scorsi è stato sottoscritto un protocollo d’intesa con l’Amministrazione mazarese per facilitare l’impiego di coloro i quali hanno difficoltà a trovare un lavoro retribuito. In ottemperanza a quanto previsto dal CCNL di categoria circa la contrattazione d’anticipo, i rappresentanti sindacali di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil, rispettivamente Sergio Buscaino, Francesco Danese e Andrea Vanella, chiedono che tale logica venga applicata anche nella realizzazione della nuova struttura ospedaliera di Mazara, in modo tale da creare nuovi impieghi per i lavoratori del territorio. I sindacati hanno già avuto i primi contatti con la C.M.C. di Ravenna, impresa aggiudicataria dell’appalto, discutendo con l’azienda di temi quali trasparenza, legalità, organizzazione e condizioni di lavoro.

“Abbiamo avuto ampia disponibilità sui temi trattati da parte dei rappresentanti dell’impresa – spiegano i tre sindacalisti – per cui abbiamo già fissato ulteriori incontri. Il nostro obiettivo è quello di dare impiego a quegli edili che non lavorano già da tempo a causa della crisi occupazionale”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAnziano muore in casa in seguito ad un malore, ritrovato dopo una settimana
Articolo successivo“Terra Alcami. Imago Urbis”: Ignazio Longo e i misteri di Alcamo