Ministro Kyenge: “La Sicilia è il primo luogo dove iniziare le buone pratiche per l’immigrazione” – (foto)

5304

ALCAMO. E’ arrivata oggi, in visita alla città di Alcamo,  il Ministro dell’integrazione Cécile Kyenge. Il Ministro, oltre ad aver ricevuto la cittadinanza onoraria dal Sindaco di Alcamo, Sebastiano Bonventre, ha voluto visitare il campo accoglienza per i migranti, giunti in occasione della vendemmia ad Alcamo. In ultimo la visita alla mostra del Pittore Gaetano Porcasi, presso il Collegio dei Gesuiti.

Devo ringraziare la Sicilia – commenta il Ministro Kyenge – luogo di incontro e crocevia in mezzo al mediterraneo. Dovrebbe essere la Sicilia il primo luogo da dove devono partire anche le buone pratiche e da dove deve essere fatta una buona legge sull’immigrazione. La Sicilia è il primo luogo dove si incontrano tanti immigrati e dove le persone sperano di trovare un nuovo mondo e credo che proprio da qui bisogna dare un segnale molto forte. Dal punto di vista nazionale, cercheremo di lavorare su una politica di accoglienza, al fine di superare la logica securitaria. E’ chiaro che il controllo deve essere fatto, ma in un’ottica in grado di rafforzare  i rapporti con i paesi d’origine. Dal punto di vista internazionale si cercherà di rafforzare la posizione dell’Italia all’interno della Comunità Europea“.

Il Ministro ha anche ringraziato la città per il conferimento della cittadinanza onoraria e per la solidarietà dimostrata.

Grazie – conclude Cécile Kyenge – Soprattutto per la solidarietà scoperta in questo popolo. Dovremmo lavorare per far conoscere a tutti quest’Italia migliore. Dedico questa mia cittadinanza a chi non è riuscito a vedere terra, ai volontari e alle forze dell’ordine.”

Anche il Sindaco Bonventre ringrazia il Ministro per aver accettato di venire ad Alcamo.

Alcamo – commenta il primo cittadino – aspira concretamente ad una multiculturalità condivisa. Ringrazio i due ragazzi che hanno salvato la donna dalle fiamme e Ester Bonafede in rappresentanza della Regione“.

Una giornata importante, per la città di Alcamo, all’insegna della solidarietà, che non si deve fermare ad un evento sporadico, ma che deve risiedere nei cuori dei cittadini 365 giorni all’anno.

[nggallery id=194]

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAllerta Meteo ad Alcamo
Articolo successivoRitorno Coppa Italia. L’Alcamo passa il turno
Marcello Contento
Marcello Contento, nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.