Le polemiche sul Plas

737


CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Interviene l’amministrazione castellammarese sulla questione Plas.

Qualche settimana fa gli organizzatori avevano annunciato che a causa della mancanza di fondi garantiti alla manifestazione da parte, principalmente ma non solo, del comune di Castellammare, avevano deciso di non portare a termine l’evento quest’anno. Una decisione maturata nel corso dei mesi proprio perchè negli scorsi anni pur con i contributi di sponsor e istituzioni ci avevano rimesso di tasca propria. Quest’anno il comune aveva optato per nessun impegno di spesa e già a febbraio l’organizzazione si era orientata verso la cancellazione dell’evento che negli scorsi anni ha portato una ventata di freschezza e novità in città.

Adesso l’amministrazione, attraverso un comunicato stampa, risponde alle accuse ribadendo proprio che la decisione era stata presa già da tempo e che per lui è sufficiente la buona fede del Consigliere Giueseppe Cruciata per comprendere che ci fosse volontà di recuperare l’evento.

Ormai impossibile recuperare l’evento per quest’anno sindaco e giunta si impegnano per aprire un tavolo di lavoro e confronto per riportare Plas a Castellammare come evento di punta. D’altra parte chi in questi anni si era occupato di organizzare l’evento non accetta nemmeno tutte le sterili polemiche fatte e in una nota di Maria Tesè ribadisce: “gli organizzatori di PLAS quando hanno incontrato l’Assessore Agugliaro si sono limitati a dire che dovendo organizzare la manifestazione in meno di tre mesi tutti i costi sarebbero aumentati (sfidiamo chiunque a provare il contrario), al di là del fatto che – come abbiamo già specificato in un comunicato pubblicato interamente su facebook e in parte sul Giornale di Sicilia che il Consigliere di maggioranza Giuseppe Cruciata non ha avuto la correttezza di leggere interamente in Consiglio – non è più pensabile che chi produce PLAS continui a farlo gratuitamente “per il bene del paese” perchè “sarebbe come chiedere ad un ristoratore di Castellammare del Golfo di offrire pasti gratis ai turisti per il bene del paese”

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteA Castelvetrano tornano in funzione i servizi igenici pubblici
Articolo successivoOmicidio di stampo mafioso a Marsala
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.