Raggiunta l’intesa per la torre di Guidaloca

782

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. E’ stata raggiunta l’intesa per la salvaguardia della torre di Guidaloca, di proprietà di alcuni privati, grazie all’impegno della Soprintendenza ai beni culturali di Trapani e del Comune di Castellammare del Golfo. Adesso i proprietari si assumeranno l’onere di sistemare tutte le opere necessarie per il consolidamento della torre e garantirne la conservazione. La torre, infatti, versa in condizioni di totale abbandono con il rischio di crollo da un momento all’altro.

La questione era stata sollevata da una denuncia del direttore regionale di Legambiente Gianfranco Zanna con una lettera aperta ai bagnanti di Scopello, trovando la disponibilità sia dell’amministrazione comunale di Castellammare del golfo che della sovrintendenza ai beni culturali di Trapani, che in pochissimo tempo sono riusciti a fare in modo che i proprietari si assumessero l’onere di realizzare le opere di consolidamento della torre che oggi è quasi un rudere, e che ritorni al suo antico splendore tornando ad essere uno dei simboli più significativi della nostra costa, e dell’intero territorio.

La torre, considerata un’opera di valore monumentale, è stata costruita verso la fine del 600′ . Le sue caratteristiche sono uniche rispetto alle altre torri che si susseguono in tutta la costa per via della sua base circolare.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl Sindaco di Alcamo alla manifestazione “Italiani nel mondo”
Articolo successivoIl Consiglio Comunale di Alcamo esprime solidarietà al ministro Kienge
Marcello Contento
Marcello Contento, nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.