Berlusconi tra giustizia e reality

1046

La condanna di sette anni e l’interdizione dai pubblici uffici ha confermato in primo grado di giudizio le accuse dei Pubblici Ministeri, addirittura andando oltre la richiesta di quest’ultimi che avevano chiesto una condanna a sei anni. Questa sentenza ha scatenato i dibattiti estremi tra pro e contro, ma sarebbe curioso sapere cosa questi contendenti conoscono del processo, forse nulla, ma si sa che è democratico poter esprimere il proprio giudizio, però sarebbe più giusto esprimerlo con cognizione di causa, ma questa è un’altra storia che non trova cittadinanza in un paese, l’Italia, ormai con la sindrome da Grande Fratello. Berlusconi condannato, ma quali le conseguenze reali? In un Paese normale il politico uscirebbe di scena, ma non vale per i politici italiani, quindi assisteremo ai soliti teatrini di persone che “mangiano” grazie alle vicende negative o positive del personaggio Berlusconi. Infine le vicende giudiziarie dell’ex premier  rischiano di far passare in secondo piano le sue vere colpe e dell’intera classe politica che fino ad ora ha governato questo paese, cioé il disastro economico e le non ricette messe in campo; tutto ciò ha avuto come conseguenza l’alto astensionismo ad ogni tornata elettorale, perché i cittadini sono stanchi di lotte tra le parti,  che alla fine governano insieme.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteL’Asd Alcamo a rischio iscrizione e chiusura società
Articolo successivoArrestato giovane che aveva tentato di commettere una rapina
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.