Arrestato giovane che aveva tentato di commettere una rapina

847

TRAPANI – L’idea era quella di trascorrere una serata diversa dalle altre, così il 27enne trapanese Maurizio Lo Cascio, giovane marittimo, ha pensato di commettere una rapina, ma l’esito non è stato quello sperato.

Il giovane, nella serata di sabato, approfittando di una finestra aperta, si è introdotto in una abitazione a piano terra di Erice Casa Santa al fine di rubare soldi ed oggetti di valore.

Mentre era intento a perlustrare la camera da letto, il proprietario dell’appartamento ha fatto rientro a casa, cogliendo in flagrante Lo Cascio. L’uomo si è subito lanciato in una violenta colluttazione con il ladro, il quale dopo aver atterrato il proprietario di casa, di dava ad un’immediata fuga.

La vittima ha immediatamente denunciato l’accaduto ai Carabinieri che, una volta sul posto, hanno avuto modo di raccogliere la testimonianza della vittima e di alcuni testimoni, riuscendo dapprima ad individuare il mezzo utilizzato per la fuga, uno scoterone yamaha, e successivamente ad individuare il giovane rapinatore, iniziando immediatamente le ricerche.

Immediati anche i posti di controllo lungo le possibili via di fuga del giovane rapinatore ad Erice e a Trapani che hanno permesso di intercettare il ciclomotore ricercato e, dopo un lungo inseguimento per le vie cittadine, l’arresto di Lo Cascio.

Il giovane ha dapprima cercato di sviare le accuse dichiarando di non aver commesso alcuna rapina, mentre dopo, viste le numerose prove a suo carico, si è dichiarato colpevole.

I militari dell’Arma, recati presso l’abitazione del reo, hanno recuperato un paio di orecchini sottratti durante la rapina, prova inconfutabile della sua colpevolezza.

Per Lo Cascio si sono immediatamente aperte le porte della Casa Circondariale di Trapani San Giuliano.

La vittima a seguito della colluttazione avuta col rapinatore è stata condotta all’ospedale Sant’Antonio Abate di Erice, dove è stata medicata e subito dimessa con alcuni giorni di prognosi per le escoriazioni procuratesi.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteBerlusconi tra giustizia e reality
Articolo successivoFundarò sulle accuse del servizio Bicittà
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.