Sequestrate carte al Comune di Marsala

912

MARSALA- A Marsala la Polizia giudiziaria della Procura della Repubblica di Trapani ha proceduto all’acquisizione di tutta la documentazione inerente al progetto per il riammodernamento del porto di Marsala. E’ successo ieri mattina quando gli agenti hanno fatto irruzione negli uffici comunali. L’indagine è coordinata dal sostituto procuratore Andrea Tarondo. Al vaglio degli inquirenti c’è anche un esposto dell’imprenditore   Massimo Ombra, che avrebbe denunciato presunte manovre illegali volte a ostacolare il progetto privato, vicende anche queste oggetto dell’inchiesta della Procura. Nei giorni scorsi, la Myr ha presentato un ricorso al Tar di Palermo contro il Comune marsalese, i dipartimenti regionali di Urbanistica ed Infrastrutture, il Genio Civile Opere Marittime, il Genio Civile di Trapani e la Soprintendenza di Trapani per il ritardo nella conclusione del procedimento di rilascio delle concessioni demaniali. Ma il Sindaco della cittadina risponde: “è una denuncia strumentale”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteI tre risultati della Quarta Commissione
Articolo successivoSan Vito Lo Capo ancora su Guida blu