Fiaccolata in onore di Maria Ausiliatrice, un tuffo nella tradizione e nel sociale

895

Ieri sera alle ore 21:00 dalla Parrocchia Anime Sante è partita, come ogni anno, la fiaccolata con omaggio floreale in onore di Maria Ausiliatrice. I partecipanti, tutti, dal più piccolo al più grande  non si sono limitati solo alla presenza fisica ma, ci hanno messo passione e religiosità, per testimoniare ciò basti fare l’esempio della forte partecipazione emotiva nel pregare e nel cantare, che ha “svegliato” i cittadini delle zone dove è passata la “piccola grande processione” e li ha portati a partecipare anche con il cuore, pieno di emozione, come era evidente dagli sguardi. Il culmine della partecipazione sentita si è avuta al momento dell’arrivo davanti la statua di Maria Ausiliatrice, sita nell’omonimo quartiere, quando oltre al gruppo partito dalla Chiesa si è aggiunta gente del quartiere. Sembrava di essere in una festa dove Cristo era presente e a ricordare la sua presenza erano i bambini del quartiere che si sono avvicinati alla statua con occhi pieni di gioia e curiosità, e alcuni giovani padri e giovani madri vestiti non da signori ma signori nell’animo, cioé quegli ultimi che Cristo ci ha insegnato ad amare e difendere, gente semplice, quindi i primi a guadagnarsi il Paradiso.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteUn Corso di formazione per tecnici museali rinnova il Pepoli
Articolo successivoGulotta presenta il suo libro sulla strage di Alcamo Marina
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.