Alcamo aderisce all’ all’ATS “Cultura e tradizione dei Castelli di Sicilia”

684

ALCAMO- La città di Alcamo entra nel circuito dei castelli avendo aderito  all’ATS “Cultura e tradizione dei Castelli di Sicilia”. Lo hanno deliberato alcuni sindaci riunitisi a Villa Niscemi, sede Anci. Si tratta di un’associazione di comuni siciliani che ha all’interno del suo territorio un castello.

Il sindaco di Alcamo, presente al’incontro, ha dichiarato a tal proposito: “ la nostra Città vanta tre Castelli, il primo all’interno del centro storico, il Castello dei conti di Modica; poi, il Castello dei Ventimiglia ubicato all’interno della Riserva Naturale di Monte Bonifato, cui restano i muri perimetrali ed un’antica torre; ed infine, il Castello di Calatubo recentemente acquisito al patrimonio comunale. E dunque Alcamo entra a buon diritto nella rete dei comuni dei castelli rendendo fruibile, all’ interno di un percorso artistico culturale regionale, il proprio patrimonio quale bene turistico che sia risorsa per l’economia del territorio”.

Anche l’assessore di Alcamo alla cultura, Elisa Palmeri ha così commentato questo momento: siamo convinti che, far parte di una rete di comuni che condividono storia, arte e cultura a partire dal patrimonio artistico ed architettonico costituito dagli antichi manieri, possa offrire un percorso unico per una migliore fruizione dei beni culturali delle città, un’opportunità importante per lo sviluppo turistico del territorio”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteGulotta presenta il suo libro sulla strage di Alcamo Marina
Articolo successivoFrancesca De Luca scrive al sindaco e agli organi competenti perchè si intervenga sullo stato di abbandono del Bosco D’Alcamo