D’Alì vicino ai Messina Denaro

717

TRAPANI – Stando a quanto affermato dal Pubblico Ministero Paolo Guido, il senatore Antonio D’Alì sarebbe stato vicino al boss Francesco Messina Denaro ed al figlio Matteo. D’Alì , che ha chiesto di essere giudicato con rito abbreviato, è chiamato a rispondere di concorso esterno in associazione mafiosa. Il processo proseguirà il prossimo 24 maggio con l’intervento dell’altro rappresentante della pubblica accusa, l’altro pm, Andrea Tarondo, e le parti civili. Ci sarà dunque la requisitoria di Andrea Tarondo. La arringhe difensive sono state invece programmate per il 14 e 21 giugno. Gli avvocati di D’Alì sono Gino Bosco e Stefano Pellegrino.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteGiacomo Sucameli: “Il Sindaco deve liberarsi dai fantasmi del passato”
Articolo successivoIl Governo ha quattro nuovi sottosegretari siciliani
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.