Far partire subito i contratti dei lavoratori forestali

630

TRAPANI. Più di un centinaio di lavoratori forestali, questa mattina, hanno protestato davanti la sede dell’ufficio provinciale dell’Azienda demanio forestale per richiedere l’immediato avvio del loro lavoro. In mattinata sono stati ricevuti dal reggente provinciale dell’azienda forestale Giarrizzo i segretari di categoria Tommaso Macaddino (Uila Uil), Giacoma Giacalone (Flai Cgil) e Massimo Santoro (Fai Cisl), insieme a una delegazione di lavoratori. Al dirigente sono stati illustrati le difficolta del comparto e la preoccupazione per l’inizio di svolgere i propri incarichi.

Vorremmo conoscere – hanno chiesto i tre sindacalisti – le ragioni per cui ancora oggi i forestali non sono stati chiamati a lavorare. La situazione economica e sociale di questa gente si fa ogni giorno più disperata, poiché essi vedono negati i diritti acquisiti a fatica negli anni, messi in discussione da un Governo lontano dai loro bisogni e da quelli delle rispettive famiglie. Sarebbe necessaria – hanno aggiunto infine – una più puntuale programmazione dei lavori di cantiere anche attraverso degli strumenti economici comunitari come il Psr, non solo a tutela dei lavoratori, ma anche del nostro patrimonio boschivo”.

Giarrizzo ha espresso la propria solidarietà ai lavoratori, spiegando le difficili condizioni dell’azienda. Alcune di queste problematiche sarebbero, a detta del dirigente provinciale, in parte superate, tra queste anche l’assenza di fondi per pagare i fornitori e l’impossibilità di utilizzare i mezzi di trasporto per mancata compertura assicurativa e di carburante.

L’incontro si è concluso con un verbale sottoscritto insieme ai rappresentati sindacali con l’impegno di far partire i contratti dei lavoratori con contratto di 151 giornate entro la fine del mese di Aprile. Il documento sarà inviato al dirigente regionale e all’ assessore regionale di riferimento in giornata stessa.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAlcamo: censimento degli enti a carattere sociale
Articolo successivoTonno rosso: proficuo incontro tra il Ministro Gnudi e la delegazione della marineria siciliana