La Provincia ha il suo nuovo commissario

1053

TRAPANI. Si è insediato ieri il nuovo commissario straordinario della Provincia di Trapani, nominato dal Presidente della Regione, Rosario Crocetta. Sarà il vice prefetto vicario di Forlì, Dott. Darco Pellos, a guidare la Provincia di Trapani presumibilmente fino a Dicembre del 2013, data in cui le Province dovranno trasformarsi in consorzi.

Positivo il commento del Presidente del Consiglio Provinciale, Peppe Poma. “Al di là e al di sopra di ogni considerazione – commenta il Presidente del Consiglio Provinciale – mi sento di dire che il Consiglio Provinciale è pronto e disponibile a continuare a lavorare con il massimo impegno fino all’ultimo giorno del suo mandato elettorale e che garantirà la massima collaborazione istituzionale al neo Commissario Straordinario nel superiore interesse del territorio amministrato“.

Il nuovo Commissario Straordinario della Provincia Regionale di Trapani ha avuto ieri un incontro con lo stesso Poma, con i Capigruppo Consiliari e con il Consiglio di Presidenza subito dopo il suo avvenuto insediamento a Palazzo Riccio di Morana. “Ritengo positivo – ha aggiunto Poma – il fatto che il Dott. Pellos abbia voluto subito incontrarci per fare reciproca conoscenza e soprattutto perché ha inteso così confermare l’importanza del ruolo svolto dal Consiglio Provinciale, organo legittimato dal democratico voto popolare, sia pure in vista ormai della sua naturale scadenza“.
Desidero augurare al neo Commissario Straordinario – ha concluso il Presidente del Consiglio Provinciale – di riuscire a svolgere il suo compito nel migliore dei modi e di poter dare una risposta positiva alle tante attese ed ai bisogni della provincia di Trapani, un territorio che sicuramente merita la più grande attenzione da parte di tutti coloro che sono chiamati a dirigerne le sorti, specie in un momento così delicato e difficile come quello che stiamo vivendo, e quando, a seguito dell’adozione della Legge Reg.le n. 7 del 27 marzo 2013, l’Ente Provincia sta per cedere il passo alla istituzione dei liberi Consorzi comunali, ponendo seri interrogativi, tra l’altro, sulla sorte delle varie società partecipate e dei loro dipendenti, di importantissime strutture e di tutti quei volani di sviluppo socio-economico che sono stati attivati negli anni“.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedentePresentazione del circolo dei Giovani Democratici di Alcamo
Articolo successivoWater Wars – La guerra per l’acqua
Marcello Contento
Marcello Contento nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.