E’ ufficiale, addio alle Province siciliane

949

PALERMO. Grande soddisfazione all’ARS dopo l’approvazione del maxi-emendamento che prevede la soppressione delle province siciliane, cui andranno a sostituirsi dei Consorzi Comunali.

Non sta nella pelle il Governatore della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, che orgoglioso della coesione con cui la maggioranza, sostenuta dai deputati a cinque stelle, ha approvato il disegno di legge, ha commentato: “Stiamo scrivendo la storia. E’ la vittoria della coalizione, che sta portando avanti una riforma importante. L’ho detto fin dall’inizio che la maggioranza avrebbe tenuto. Siamo la prima regione d’Italia che abolisce le Province”.

Non ci sta il capogruppo del M5S Giancarlo Cancelleri che, seppur soddisfatto del risultato raggiunto, tiene a precisare il ruolo determinante che ha avuto il suo Movimento, rivendicando i propri meriti: “Abbiamo riportato noi il tema alla ribalta, sparigliando le carte e riaprendo il dibattito, quando il governo sembrava optare per una riforma differente per le Province, che anziché abolirle le rinforzava. Finalmente parliamo di abolizione delle Province e dell’abbattimento dei costi della politica”.

La riforma verrà completata nei dettagli entro il 31 dicembre. Intanto le Province verranno commissariate.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLibera: a Castellammare la lettura dei nomi delle vittime di mafia
Articolo successivoIncidente sulla A29, perde la vita un ragazzo di 27 anni