TRAPPETO, FURIBONDA RISSA TRA DUE DONNE

1134

Si è conclusa con una assoluzione per tutti i reati di minacce ingiurie e lesioni, che la Pubblica Accusa le aveva contestato.
D.M.E. è stata assolta dal tribunale penale di Partinico. I fatti risalgono ad alcuni anni fa.
A seguito di forti contrasti pare originati da sentimenti di gelosia, D.M.E. non avrebbe esitato ad ingaggiare una violenta lite con la
rivale C.A., un’ amica del proprio ex marito.
Le due donne si sarebbero affrontate a viso a aperto, senza esclusioni di colpi.
Ma ad aver la peggio sarebbe stata proprio la D.M.E., che riportava la frattura del setto nasale e che si sarebbe trovata in una pozza di sangue.
Nel corso del processo, la donna assistita dall avv.Bruno Vivona ha  respinto tutte le accuse sostenendo di avere avuto soltanto un acceso diverbio con la rivale, esperta di arti marziali, finendo poi per essere stata pestata dalla stessa.
Al termine del processo il P.M. aveva chiesto la condanna della giovane a 4 mesi di reclusione, ma il Tribunale accogliendo tutte le richieste del
difensore Bruno Vivona, decideva di assolverla.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIncendiati quattro autocarri a Partinico
Articolo successivoAncora incompleto il quadro politico di Castellammare