Valderice: Iovino risponde alle accuse di sforamento del patto di stabilità

605

VALDERICE- In merito alla questione relativa alle critiche, mosse dal Consigliere del PD, Francesco Cicala, riguardo allo sforamento del patto di stabilità, arriva la replica del Sindaco di Valderice, Iovino: “Il Comune di Valderice  non ha sforato il patto di stabilità come affermato da Cicala per fare delle spese folli, indebitandosi. Ha invece deliberatamente e coscientemente sforato il “saldo obiettivo” che la legge impone (quanto legittimamente lo deve ancora stabilire una sentenza…!) per ridurre le spese complessive della pubblica amministrazione. Quest’ anno a Valderice era stato posto come saldo obiettivo di spendere 1 milione di euro in meno rispetto all’anno precedente. Tradotto in atti amministrativi ciò avrebbe significato almeno due cose: primo, non pagare le imprese che hanno lavorato per il Comune di Valderice; secondo, non anticipare almeno 300 mila euro da destinare alla proroga dei contratti dei precari”.

Il Sindaco afferma, quindi, di non essere incorso in nessun debito, ma non ha neanche incrementato il risparmio che, in tempi di crisi economica, lo stato richiede; anche per questo vengono avanzate delle motivazioni ben precise: “Lo abbiamo fatto per non mettere in crisi le aziende creditrici del comune in un periodo di grave crisi economica. Un mancato pagamento alle imprese può tradursi in licenziamenti e fallimenti. Di fronte a questa prospettiva la scelta politica di non rispettare il saldo obiettivo la considero pienamente legittima. Al di là della vuota demagogia delle parole di Cicala che per altro dimentica che il 28 dicembre scorso il suo partito ha approvato un bilancio nel quale forse non ha saputo leggere, so che abbiamo fatto bene ed abbiamo fatto gli interessi della comunità di Valderice”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSequestrati 30 kg di pesce
Articolo successivoAlcamo, “Giornata della Fede e della Catechesi”