Libera: preoccupanti segnali nel territorio di Alcamo e Castellammare

671

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. A seguito dei numerosi incendi che hanno coinvolto la città di Castellammare, il presidio Piersanti Mattarella di Libera e l’Associazione Castello Libero, esprimono le proprie preoccupazioni su quanto stia accadendo sul territorio di Castellammare e di Alcamo.

Oltre agli innumerevoli incendi di matrice dolosa, si aggiungono infatti le diverse minacce recapitate a noti imprenditori alcamesi. E ancora i frequenti controlli che hanno portato una serie interminabile di arresti. Le scarcerazioni, l’eliminazione del 41 BIS per i mafiosi. Una serie di eventi che lasciano presagire un ritorno al passato in  cui il territorio è stato vittima di strategie di tensione.

Le Associazioni, rivolgono il loro plauso alle forze dell’ordine,  in particolar modo al Capitano Capodivento dei Carabinieri e al Dott. Maniscalco  della P.S., impegnate quotidianamente in prima linea nella lotta alla criminalità, sfruttando al massimo le risorse di cui dispongono.

“Diamo la nostra solidarietà agli imprenditori vittime dell’estorsione e li invitiamo ad uscire allo scoperto denunciando gli estorsori, perché lo Stato c’è e Libera pure, e si mettono a piena disposizione per accompagnarli a vivere una vita davvero Libera”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedentePresentazione a Trapani dei candidati di Rivoluzione Civile
Articolo successivoNasce il movimento politico “Democratici per Cambiare Castellammare del Golfo”