Il PD di Alcamo difende il Tribunale

525

ALCAMO – Nella seduta aperta del Consiglio Comunale di Alcamo, Calatafimi-Segesta e Alcamo, sono intervenuti il segretario cittadino del PD e alcuni consiglieri per esprimere la loro posizione nei confronti del rischio della chiusura del Tribunale di Alcamo. Secondo Vincenzo Cusumano bisogna tenere conto dell’ipotesi di un intero trasferimento del Tribunale da Trapani ad Alcamo, “non è solo una battuta provocatoria – spiega il segretario PD – ma bisognerebbe ragionare nell’ipotesi dell’abolizione delle provincie, e quindi trasferendo le prefetture o le questure, il catasto  e altri uffici, nei medi centri della provincia“.

Il PD tiene a sottolineare che visti gli ultimi all’allarmanti episodi di atti intimidatori, nei confronti degli imprenditori locali, lo Stato non può rispondere depotenziando o peggio trasferendo alcuni presidi di legalità come la sezione distaccata di Alcamo del Tribunale.

Questo è inammissibile – commenta Cusumano – e nemmeno giustificalbile dalla sola “spending review” anche alla luce della proposta dei Sindaci del comprensorio, i quali hanno proposto un protocollo d’intesa volto al superamento delle difficoltà rappresentate del Tribunale di Trapani. Pertanto, visto che la questione ha bisogno di un approfondimento in termini di costi reali e costi sociali, bisogna alzare il livello dalla semplice contestazione ad un ragionamento politico con il nuovo Governo che si insedierà da qui a breve“.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSi toglie la vita un altro Alcamese
Articolo successivoScoppia la bombola muore un anziano