Ancora rinvii per il processo D’Alì

553

PALERMO. Prevista per stamattina l’udienza davanti al giudice per il senatore D’Alì. Fulvio Sodano, ex prefetto, aveva chiesto tramite l’avvocato Peppe Gandolfo, di costituirsi parte civile, ma tale richiesta è stata rigettata. Adesso il giudice delle udienze preliminari dovrà occuparsi dei certificati penali dei collaboratori che sono stati chiamati dall’accusa a dimostrazione del reato imputato al senatore, ovvero il concorso esterno in associazione mafiosa. Il rinvio prolungherà ulteriormente i tempi, oltre la campagna elettorale, poichè l’udienza è prevista per il 22 marzo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIncidente sull’ A/29: pullman si schianta contro TIR
Articolo successivoIl Partito Democratico in fase transitoria
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.