Papania: “rispetto le scelte del partito, ma sono amareggiato”

1097

ALCAMO. In merito alla questione che ha visto l’esclusione del senatore Papania dalla lista del senato per le prossime elezioni politiche è lo stesso protagonista ad intervenire e controbattere: “In merito alla deliberazione della commissione nazionale di Garanzia del Partito Democratico ribadisco che la mia posizione è, indiscutibilmente e senza equivoci, in maniera assoluta coerente e conforme non soltanto al Codice Etico del partito, ma anche e soprattutto a tutte le leggi in vigore in materia di incandidabilità. La commissione, essendo organo di garanzia, avrebbe dovuto attenersi rigorosamente ed esclusivamente a suddetta valutazione”.

Chiaramente la decisione è arrivata come una doccia fredda considerato che il 30 dicembre si erano svolte le primarie e fino ad allora nessuno nel Partito Democratico si era opposto alla sua candidatura. Ha aggiunto infatti: “Fermo restando il più rigoroso rispetto di leggi e norme statutarie, l’opportunità della mia candidatura avrebbe potuto essere valutata solo dal popolo sovrano, come già, peraltro, avvenuto preliminarmente con le elezioni primarie. Tuttavia sono uomo rispettoso del partito e delle istituzioni e perciò prendo atto, seppure con tanta amarezza, delle decisioni assunte, e ad esse mi attengo. Ritengo di aver subito un’ingiustizia, evidentemente maturata per effetto del circo mediatico, ma inviterò comunque a votare per il Partito Democratico. Per quel che mi riguarda, avvierò una riflessione, insieme ai miei amici di sempre”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteI Ruggirello tra camera e senato
Articolo successivoL’Alcamo travolge il Mazara con una tripletta di Messina
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.