Firmato protocollo d’intesa tra il Comune di Alcamo e la Finanza

765

ALCAMO – Ieri mattina incontro tra il Sindaco, dott. Sebastiano Bonventre, e il tenente della Guardia di Finanza di Trapani, Verdiana Pisa, al fine rendere attuativo il Protocollo d’intesa approvato dalla precedente Amministrazione.

Tale protocollo prevede l’avvio di un rapporto di collaborazione finalizzato ad individuare i soggetti passivi sconosciuti al sistema informativo dell’Ente Locale, obbligati alla tenuta di Partita IVA, nonché al controllo sull’osservanza degli obblighi di versamento degli stessi in materia di TARSU ed ICI ed anche al controllo nei confronti di beneficiari di Prestazioni Sociali Agevolate erogate dal Comune.

Presenti all’incontro anche l’assessore all’economia, Gianluca Abbinanti e l’assessore alla legalità, Elisa Palmeri.

Il Sindaco Bonventre: “La cooperazione fra il Comune di Alcamo ed il Comando Provinciale della Guardia di Finanza è volta naturalmente a vigilare sul versamento della TARSU, dell’ICI da parte dei soggetti suddetti e a verificare la correttezza dei requisiti previsti nei confronti dei soggetti beneficiari di P.S.A.”. “Naturalmente – continua Bonventre – il Comune si impegna a fornire ogni notizia utile richiesta dal Comando per rendere operativa l’esecuzione degli accertamenti avvenuti”.

Il Comando, a sua volta, comunicherà al Comune l’esito delle attività ispettive, segnalando le irregolarità rilevate e le informazioni indispensabili per l’eventuale determinazione della base imponibile delle imposte e tasse.

Alla fine dell’incontro, la volontà emersa da ambo le parti è quella di rendere operativo, nel più breve tempo possibile, il Protocollo, impartendo le opportune disposizioni del caso agli uffici preposti.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMusica e arte al Centro Congressi Marconi
Articolo successivoMannino chiede il rito abbreviato
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.