45° anniversario del terremoto del Belice, ricordi da un passato non troppo lontano

311

CASTELVETRANO- Il 4 Dicembre è cominciato l’importante periodo di commemorazione del terremoto nella valle del Belice. A 45 anni dall’accaduto, il Comune di Gibellina, in collaborazione con la fondazione Orestiadi, ha avviato un percorso di riflessione sul passato, attraverso una serie di appuntamenti che prevedono un excursus storico a partire dalla distruzione della città fino a giungere alla sua ricostruzione, grazie anche all’importante intervento di Ludovico Corrao. Il progetto coinvolge le scuole del luogo e dei paesi vicini perpetuando, in questo modo, la memoria di eventi che hanno segnato la storia di queste zone anche nelle menti dei più giovani.

Il prossimo incontro, previsto per il 14 gennaio presso il liceo classico Pantaleo di Castelvetrano, porta come titolo “Dalle catastrofi naturali alle catastrofi dell’uomo”, a cui parteciperanno diversi relatori di spicco; tra questi anche Francesca Corrao, Presidente della fondazione Orestiadi, il Sindaco di Castelvetrano, Felice Errante, il professore Franco Mazzei, de “L’Orientale” di Napoli e il vulcanologo Guido Giordano.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMannino chiede il rito abbreviato
Articolo successivoPatrimoni mafiosi: oggi un incontro sul tema