Bonventre si schiera con i precari ma chiede reciprocità

730

ALCAMO. Il consiglio comunale ha discusso ieri la questione dei precari facendo presente quanto accaduto nelle ultime settimane. Diversi consiglieri hanno sottolineato che è intenzione del consiglio comunale tutto lavorare affinchè venga tutelato il diritto al lavoro e perchè queste persone non vengano abbandonate dalle istituzioni.

Momentaneamente grazie alle somme stanziate e alle leggi in via di approvazione alla regione e al senato si è ottenuto una proroga di ulteriori sette mesi, scaduti i quali il problema si ripresenterà nuovamente; tuttavia questi mesi potrebbero essere utili a trovare soluzioni alternative. Il sindaco stesso ha, infatti, proposto diverse alternative, pur dichiarando di volersi accertare su quali di queste siano praticabili davvero. Una di questa sarebbe quella di far gestire la pineta, momentaneamente sotto la tutela della provincia, ottenendo dei fondi per la cura e la manutenzione; l’altra potrebbe essere quella di affidare ad una ditta, che assuma i precari, i parcheggi che verranno presto istituiti.

Si tratta di soluzioni momentaneamente soltanto paventate ma al più presto bisognerà mettersi all’opera per trovare le strategie opportune.

Bonventre dichiara di stare facendo tutto quanto in suo potere per aiutare queste famiglie alcamesi e garantire loro uno stipendio ma chiede anche un grande senso di responsabilità da parte di tutti. E in relazione alla questione dello stato di non idoneità fisica di lavoratori di categoria A, cui aveva fatto cenno in un precedente consiglio, aggiunge che non si aspettino una possibile stabilizzazione considerato il fatto che non risultano idonei a svolgere i lavori per cui sono stati assunti. Proprio per tale motivo chiede la massima collaborazione da parte di tutti poichè il suo unico interesse è quello di provare tutte le strade percorribili per garantire il lavoro e al contempo i servizi della città.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAlcamo unita contro la chiusura del Tribunale
Articolo successivoContinua l’occupazione di Caldarella
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.