Castelvetrano sigla un protocollo con l’Anci

2165

Il Sindaco della città di Castelvetrano, Avv. Felice Errante, nella giornata di ieri ha incontrato i commissari straordinari del Comune di Campobello, la dr.ssa Esther Mammano e la dr.ssa Nathalie Ruggiero  per la stipula dell’ importante protocollo d’intesa che era stato preannunciato nei giorni scorsi, alla presenza di un funzionario dell’AnciSicilia, il dr. Alberto Barzotti. L’Anci Sicilia ha avviato il progetto denominato “Percorsi virtuosi: buone pratiche dei comuni siciliani” che si pone l’obiettivo di contribuire al miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia del Sistema Comuni ed è volto alla creazione di una banca dati delle buone prassi dei comuni siciliani ed alla diffusione ed implementazione di tali esperienze.  Si tratta di avviare una storica collaborazione tra comuni al fine di ottenere notevoli risparmi economici ed ottenere un’ottimizzazione dei servizi con evidenti ricadute per i cittadini del territorio. Tra gli obiettivi che saranno portati avanti sinergicamente vi saranno iniziative  per il rilancio del territorio e delle sue peculiarità al fine anche di individuare attività progettuali per incrementare l’occupazione specie giovanile,  nonchè l’avvio di una serie di buone pratiche tendenti al risparmio, alla riqualificazione ed alla ottimizzazione  della spesa pubblica, ed inoltre sarà avviata una stretta collaborazione in tema di lotta al fenomeno del randagismo e di altri servizi locali. Nel protocollo, inoltre, le parti si impegnano a fornire le informazioni necessarie  al rilevamento dei fabbisogni, consentendo la partecipazione del personale comunale alle attività che verranno realizzate con la supervisione dell’AnciSicilia. È stato, altresì, istituito un comitato tecnico-strategico, composto da due componenti designati dall’AnciSicilia, e due ciascuno per i comuni di Castelvetrano e Campobello di Mazara, al quale sarà rimesso il compito di determinare le direttive generali dell’attività  da realizzare, stabilire il calendario degli interventi ed analizzare le problematiche  tecnico-organizzative, legate all’attuazione delle direttive.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl comune apre le porte ai cittadini per la gestione del verde pubblico
Articolo successivoOperazione “Mandamento”: “In manette un imprenditore dell’eolico vicino a Messina Denaro” (foto)
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.