Salemi: alla ricerca dei fondi per terremoto perduti

1077

SALEMI- Il comune di Salemi indaga sul giallo della scomparsa di alcuni fondi, pari a 3 milioni di euro, stanziati come fondi per la ricostruzione post-terremoto. 13 sono infatti i privati e 171 ditte private, di cui 112  avrebbero comunicato l’avvio dei  lavori attingendo per il 50% al contributo. Insomma, una situazione da cui la verità ha bisogno di venir fuori.  Si tratta, comunque,  nello specifico di contributi che dovranno essere restituiti all’Ente. I 112 saranno chiamati dal Comune a chiarire le proprie posizioni e, laddove si riscontrassero delle anomalie, a restituire la somma già percepita.

Il comune ha intensificato i controlli  e ha reistituito una commissione, costituita da i commissari che gestiscono il Comune prefetto Leopoldo Falco, vice prefetto Nicola Diomede e funzionario Vincenzo Lo Fermo; dall’ingegnere Vincenzo Ortega di Licata; avvocato Claudio Trovato di Vittoria; architetto Giuseppe Monteleone di Santa Margherita del Belìce; architetto Giuseppe Neri, capo settore Urbanistica del comune di Montevago; architetto Paola D’Aguanno, capo settore Urbanistica del comune di Salemi; geometra Francesco Franceschielli, componente tecnico Assessorato regionale Lavori Pubblici; geometra Salvatore Rocca, componente tecnico Assessorato regionale Lavori Pubblici; geometra Paolo Russo, rappresentante sindacale; Salvatore Capo responsabile Ufficio di Igiene pubblica di Trapani; architetto Roberto Monticciolo, funzionario tecnico della Soprintendenza ai Beni culturali ed ambientali di Trapani; Francesco Paolo Palermo, segretario comunale,al fine di riesaminare le pratiche.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente13 mila euro per il convegno studio sulle strade del vino
Articolo successivoCaldarella ha occupato l’aula consiliare