Sequestrati beni a uomo di Matteo Messina Denaro

394

TRAPANI-La Direzione investigativa antimafia di Trapani, sotto provvedimento del Tribunale e richiesta della Direzione distrettuale,  ha sequestrato fabbricati, terreni ed autovetture, per un valore complessivo di circa cinque milioni di euro a Leonardo Ippolito, cinquantasette anni, vicino al latitante Matteo Messina Denaro.

L’uomo si trovava già in condizioni di custodia cautelare;  è considerato come una delle figure più importanti tra quelle vicine a Matteo Messina Denaro, in quanto persona che lo ha aiutato a restare in uno stato di latitanza nonchè adempiendo talvolta  alla funzione di messagero e fornendo, come luogo di incontro, la popria officina. Lo stesso patrimonio sequestratogli sarebbe frutto di attività illecite.

La Direzione Investigativa Antimafia, coordinata da Arturo De Felice, è riuscita a dimostrare, attraverso complesse ed articolate indagini economico/finanziarie, la sperequazione  tra i beni posseduti. L’elenco dei beni include: Nr. 1 Compendio aziendale della ditta individuale IPPOLITO Leonardo, esercente l’attività di riparazioni meccaniche ed assistenza autoveicoli; Nr. 10 fabbricati; Nr. 1 terreno; Nr. 7 autovetture; Nr. 4 Motocicli; Nr. 1 Imbarcazione da diporto; Nr. 13 rapporti bancari.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAssessori di alto profilo e nuovo Movimento, è il Crocetta pensiero
Articolo successivoL’associazione Onlus “Amici della salute” organizza un convegno sui malati oncologici e le famiglie