I grillini rinunciano al rimborso elettorale per le elezioni regionali siciliane

733

I grillini siciliani lo avevano promesso e l’hanno fatto: “rinunciamo al rimborso elettorale”. Gesti simbolici qualcuno dice, ma la realtà della cronaca ci dice che non si tratta più di propaganda ma di fatti reali, i grillini rinunciano a ben 1,4 milioni. Ancora una volta il Movimento di Grillo vuole mettere in risalto che la Politica non si fa con i soldi ma con le idee. La prova che non si tratta di propaganda è dato dal fatto che c’è un gesto formale che sancisce la rinuncia, cioé l’invio di una lettera ufficiale ad indirizzo della Camera dei Deputati ed all’Ufficio di Presidenza dell’Ars. Per rendere ancora più forte il “messaggio”, i grillini stamattina alle 11:00 andranno dinanzi la sede dell’Assemblea Regionale Siciliana e  si presenteranno davanti ai cancelli con la gigantografia di un assegno che reca la cifra di 1.426.000,00 euro. La cifra alla quale il Movimento 5 Stelle siciliano rinuncia e’ il frutto del semplice calcolo di un 1 euro a voto per 5 anni che fa 5 euro, moltiplicato ovviamente per il numero totale delle preferenze espresse dai siciliani con oltre 285 mila voti.

Qualcuno bolla tutto questo come demagogia, perché vorrebbe sapere dove prendono i soldi i grillini. I grillini rispondono che si può fare politica anche senza grandi convention e cose del genere, infatti la campagna elettorale per le regionali siciliane ai grillini è costata 25 mila euro,  “non abbiamo fatto convention nei grandi alberghi – sottolinea Cancelleri – non abbiamo imbrattato i muri delle città con i 6×3, ci siamo presentati agli elettori come comuni cittadini che vogliono rimanere tali, con la responsabilita’ però di rappresentare al meglio anche le istanze di chi non ha la voce grossa”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteStanziati 10 milioni per le zone del terremoto del Belice
Articolo successivoALCAMO, GIOVANE FERMATA IN TRASFERTA PER FURTO
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.